La fotografia del cibo, o detto con più stile Food Photography, è sempre esistita. Siamo sempre stati circondati da immagini che immortalano cibi freschi e sani e dolci irresistibili.
Negli ultimi anni però si è assistito ad un forte aumento di interesse in questo tipo di fotografia. Molti attribuiscono questo fenomeno anche alla nascita e crescita di Instagram e Pinterest.

A chi non è mai capitato di scattare una foto al piatto appena arrivato dalla cucina di un ristorante oppure di condividere l’ultimo “capolavoro” appena preparato tra i fornelli?
Se queste foto però non vengono così bene, forse è perché non avete applicato quelle semplici regole che ogni vero food photographer dovrebbe conoscere ed applicare ogni volta.

Vediamole assieme alcuni semplici trucchi per fotografare il cibo.

1. Luci

Già.. Un piatto, un frutto o qualsiasi altro cibo rientra sempre nella categoria still life. Provate a collocare il soggetto della foto vicino ad una finestra, non c’è cosa migliore della luce naturale. Aiutatevi anche con dei flash che, grazie all’effetto rimbalzo sul soffitto e sui muri, produrrà un bilanciamento della luce maggiore riducendo le ombre eccessive. La luce inoltre rende il cibo più fresco e sano.

2. Dettagli e oggetti di contorno

È vero, stiamo fotografando del cibo, perché mai dovremmo interessarci di altri oggetti? Un piatto di pasta appoggiato un po’ a caso su un tavolo non rende molto.
Se però prendiamo lo stesso piatto e lo disponiamo su un tavolo di legno, ci aggiungiamo una forchetta nello sfondo e magari anche un bicchiere di vino, il risultato sarà sicuramente diverso.

 

fotografare il cibo
foto di Lauren
3. Velocità

Se decidete di diventare food photographer dovete tener conto del tempo che avete a disposizione per scattare la foto. Appena disponete il cibo nel piatto, il suo aspetto è molto bello. Purtroppo però non dura a lungo. Assicuratevi di avere tutto sotto controllo prima che il cibo sia pronto. Molti professionisti preparano la scena e tutti gli elementi di contorno prima che arrivi il cibo utilizzando un altro piatto come sostituto. Non appena è pronto si sostituisce il piatto “finto” con quello vero.

4. Stile e posizione

Non basta mettervi in alto al piatto e fotografarlo. Se guardate alcuni libri di cucina noterete che molte foto sono prese dal basso, non per forza dall’alto. Utilizzate la regola dei terzi e assicuratevi di ottenere la giusta inquadratura. Occhio anche alle forme e ai colori.

5. Tenere sempre il piatto pulito

Sembrerà banale ma in molte foto il piatto che contiene il cibo presenta dei rimasugli del cibo stesso, ad esempio cioò che rimane sui bordi di un piatto di minestra.

6. Piccoli ritocchi

Molti fotografi aggiungono alcuni ingredienti per rendere il cibo più appetibile. Un classico esempio? Spalmate dell’olio extra vergine d’oliva sul cibo con un pennello, renderà tutto più luccicoso.

 

Questo piccoli suggerimenti, per ora, dovrebbero bastare ed essere sufficienti per iniziare a scattare belle foto. Esistono ovviamente altri piccoli segreti che i migliori food photographer adoperano, ma li vedremo più avanti.

 

burger

cereal

soup

donuts